Categorie
Che cos'è...?

7 motivi per scegliere la microfibra come tessuto per i divani

Se ancora non sai molto su questo tessuto, sei nel posto giusto! Leggi il post e scopri le caratteristiche del tessuto in microfibra.

perchè scegliere il divano in microfibra
Kentaro Sofà, letto a scomparsa matrimoniale con divano

La microfibra è un tessuto morbidissimo e piacevole al tatto, elegante, bello da vedere e soprattutto… semplicissimo da pulire.

Un divano in microfibra è a prova di polvere, germi, bambini e animali domestici. Perché non dovrebbe essere la prima scelta di tutte le donne lavoratrici con i minuti perennemente contati?

Se ancora non sai molto su questo tessuto, sei nel posto giusto! Continua a leggere e scopri le caratteristiche del tessuto in microfibra.

Che cos’è la microfibra

Il termine microfibra non identifica un tessuto in particolare, ma una serie di fibre tessili sintetiche accumunate dalla stessa caratteristica, ovvero l’avere un titolo uguale o minore di 1 dtex.

In parole povere, si tratta di fibre sottilissime, di spessore inferiore a un capello umano, che hanno quindi un elevato livello qualitativo.

microfibra cos'è

La composizione della microfibra

La microfibra è un tessuto sintetico prodotto da tecnologie all’avanguardia che gli permette di avere uno spessore di un nicrometro (un millesimo di metro).

La microfibra è sempre composta da una parte di poliestere, una di poliammide e una di polipropilene, in percentuali diverse da tessuto a tessuto.

Nella composizione di questo materiale, non si trova mai la dicitura 100% microfibra, perché non sarebbe corretto. Troverai invece l’indicazione delle fibre utilizzate nella sua composizione, per esempio 80% nylon 20% poliestere.

Le caratteristiche della microfibra in 7 punti

La microfibra è un tessuto particolarmente consigliato per il divano di casa per i suoi diversi vantaggi. Scopriamo insieme quali.

1. Piacevole al tatto

La microfibra è un tessuto morbido e soffice, piacevole da toccare.

2. Bella da vedere

La microfibra può presentare diverse trame a seconda della composizione con cui viene prodotta, tra queste può avere anche una consistenza simile al velluto.

3. Eccellente capacità di assorbire l’umidità.

Grazie alla sua composizione, la trama della microfibra ha pori sottilissimi che le donano un’eccellente capacità di assorbire l’umidità. Ecco perché gli asciugamani in microfibra e gli indumenti tecnici si asciugano in un attimo.

4. È un materiale traspirante

La sua capacità di assorbire così bene l’umidità rende la microfibra un materiale traspirante, che ne giustifica l’uso negli indumenti sportivi.

5. È antibatterica e anallergica

La microfibra è un materiale che non provoca allergie, e che non trattiene facilmente acari e batteri. Per questo è particolarmente indicato per una zona così a contatto con noi e i nostri figli, come il divano.

6. Di durata elevata

La microfibra è un materiale resistente alle macchie e non richiede alcuna manutenzione particolare. Caratteristiche che la rendono estremamente duratura nel tempo.

7. Semplicissima da tenere pulita

Pulire un divano in microfibra è semplicissimo. Per scoprire quanto, ti rimandiamo a qualche paragrafo più in là.

divano Evo di itamoby
divano Evo di itamoby

L’alcantara è microfibra?

L’alcantara presenta alcune caratteristiche simili alla microfibra, ma non è del tutto ascrivibile a questa categoria.

Innanzitutto entrambi sono tessuti di derivazione sintetica. Anche la consistenza può essere simile.

L’alcantara è composto dal 68% di poliestere e dal 32% di poliuretano, materiali che lo rendono duraturo e resistente.

Il metodo di fabbricazione dell’alcantara è ad esclusivo uso di Alcantara spa, che ne possiede il marchio registrato. Si tratta di un’azienda italiana che ha investito sulla ricerca di un chimico giapponese, creatore di questo materiale.

Viene utilizzato soprattutto negli interni delle automobili, ma anche nell’arredamento e nell’abbigliamento.

L’alcantara non ha trama (come alcuni tessuti in microfibra), dato che viene prodotto con un processo particolare. Il suo aspetto è quello del camoscio, ed è cangiante come il velluto.

È un materiale idrorepellente, ignifugo e traspirabile, ma non è facile da pulire quanto la microfibra. Bisogna stare attenti a non strofinare troppo la stoffa per non rovinare il colore, ed evitare di utilizzare il vapore.

Kentaro Sofà, letto matrimoniale a scomparsa con divano
Kentaro Sofà, letto matrimoniale a scomparsa con divano

Come lavare la microfibra dei divani?

Pulire il divano in microfibra è semplicissimo, anche senza sfoderarlo. Per questo la microfibra è uno dei materiali più consigliati per il divano, soprattutto in presenza di animali o bambini in casa.

Per la pulizia ordinaria del divano in microfibra si possono seguire due step:

  • la rimozione di polvere, briciole, peli e residui di varia natura, che può avvenire tramite una spazzola o un aspirapolvere;
  • la pulizia del tessuto a scopo di igienizzare il divano. È sufficiente utilizzare una spugna inumidita in una soluzione di acqua e aceto.

È importante fare attenzione a non bagnare troppo il divano, il pericolo è quello che l’acqua penetri nell’imbottitura del divano, causando spiacevoli odori per la difficoltà ad asciugarsi. Se lo ritieni necessario, puoi asciugare il rivestimento del divano con l’aiuto di un phon per capelli.

Per rimuovere le macchie dalla microfibra puoi utilizzare il sapone di marsiglia, da strofinare direttamente sulla macchia e poi riscquare con un panno pulito.

La microfibra si può mettere in lavatrice?

Solitamente i divani in microfibra sono sfoderabili, questo significa che è possibile lavarli in lavatrice.

L’importante è non superare la temperatura di 40°C ed evitare la centrifuga.

La microfibra ha il vantaggio di asciugarsi velocemente, anche senza l’aiuto della centrifuga. Inoltre, incredibile ma vero, non ha bisogno di essere stirata perché non forma le pieghe e gli stropicciamenti tipici del cotone.

 

La microfibra è un materiale utilizzato in tantissimi prodotti: vestiti, asciugamani, accappatoi, asciugamani da mare, rivestimenti di letti e divani… Leggendo questo articolo, forse ora avrai capito il perché. Siamo curiosi di sentire il tuo parere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *