Categorie
Giardino e Balcone

Bonus giardini 2020, come usufruirne?

Il Bonus Verde 2020 è un’agevolazione fiscale rivolta a chi esegue lavori per sistemare giardini e terrazzi nelle proprie abitazioni. 

Il bonus giardini e terrazzi per il 2020 è una detrazione fiscale Irpef (pari al 36%) per le spese sostenute nella sistemazione di aree verdi, come giardini e terrazzi.

Che tipo di lavori comprende? A quanto ammonta la detrazione? Continua a leggere per avere le informazioni che ti servono.

Cosa comprende il bonus giardini e terrazzi 2020

Il Bonus Verde 2020 si rivolge a chi effettua lavori strutturali per aree verdi. Che cosa comprende di preciso?

  • La sistemazione a verde di aree scoperte private;
  • Gli impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi;
  • La riqualificazione di prati;
  • Piantatura di piante ed arbusti.

Rientrano quindi nella detrazione fiscale le spese sostenute per trasformare un cortile in giardino, la risistemazione di un giardino a nuovo, oppure la realizzazione di aree verdi all’interno di balconi e terrazzi.

Anche le spese di progettazione rientrano nella detrazione, ovviamente solo nel caso in cui i lavori vengano effettivamente realizzati a seguire.

Per semplificare, possiamo dire che rientrano nella detrazione Irpef tutti i lavori innovativi e modificativi di aree esterne all’abitazione.

bonus giardini e terrazzi 2020

Che cosa non rientra nel Bonus Verde 2020?

  • La manutenzione ordinaria di giardini già esistenti
  • I lavori che vengono effettuati con regolarità
  • L’acquisto di attrezzature specifiche per la cura del giardino, come pale, picconi, tagliaerba…
  • i lavori strutturali su immobili con funzione non abitativa, come uffici e negozi

bonus giardini come richiederlo

Come funziona il Bonus Verde 2020

La detrazione fiscale relativa al Bonus Verde 2020 viene applicata all’interno della dichiarazione  dei redditi.

L’importo sarà corrisposto in 10 rate annuali. Il limite massimo della spesa a cui si può applicare tale detrazione è pari a 5.000 euro per unità immobiliare.

Facendo quindi un rapido calcolo, la detrazione massima che si può ottenere è di 1800 euro.

Il pagamento deve avvenire attraverso mezzi tracciabili: bancomat, carta di credito, bonifico e assegno.

Quali documenti bisogna conservare a riprova delle transazioni?

  • Le fatture o ricevute fiscali che comprovano la spesa sostenuta. Non può mancare il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e la descrizione dell’intervento effettuato.
  • Autocertificazione attestante che l’ammontare delle spese sulle quali è calcolata la detrazione non eccede il limite massimo (5.000 euro).

Nel caso in cui i lavori di riqualificazione dell’area verde di un abitazione interessino un edificio condominiale bisogna presentare i seguenti documenti:

  • La dichiarazione dell’amministratore condominiale che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti dalla legge e che certifichi l’entità della somma corrisposta dal condomino e la misura della detrazione;
  • In mancanza del codice fiscale del condominio minimo (edificio composto da un numero non superiore a 8 condomini), autocertificazione che attesti la natura dei lavori effettuati e indichi i dati catastali delle unità immobiliari.

bonus giardini 2020 come funziona

Chi può richiederlo?

Nella pratica, a beneficiare del bonus giardini e terrazzi 2020 possono essere tutti i contribuenti che effettuano la dichiarazione dei redditi e che possiedono o vivono nell’immobile sul quale effettuano i lavori per cui si può richiedere tale detrazione. Ovviamente tali individui devono dimostrare di aver effettivamente sostenuto le relative spese.

I soggetti beneficiari sono quindi:

– i proprietari;

– i titolari di un diritto reale di godimento sull’immobile oggetto di intervento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);

locatari (affittuari) o comodatari.

Rientrano nella detrazione Bonus Verde 2020 anche le spese effettuate in edifici condominiali, sempre con il limite di 5.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

La detrazione spetta a ciascun condomino a seconda della sua quota millesimale.

 

Riassumendo: il bonus per giardini e terrazzi 2020 è una detrazione Irpef pari al 36% su un importo massimo di spesa di 5.000 euro (che corrisponde a 1.800 euro). È riservato a chi effettua interventi strutturali per aree verdi nell’edificio in cui risiede stabilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *