Categorie
Idee & Consigli

Come arredare casa a 30 anni

Arredare casa a 30 anni spesso significa avere un budget limitato. Di frequente si tratta di una casa vissuta con una sensazione di provvisorietà, perché è in affitto o di piccola metratura. Come rendere un appartamento transitorio una vera e propria casa in cui sentirsi a proprio agio? Come circondarsi di un arredamento di gusto, che soddisfi il nostro senso estetico con poca spesa?

come arredare casa a 30 anni

Come arredare una casa quando hai 30 anni?

Il punto non è tanto il fatto che è finito il tempo dei poster del proprio cantante preferito e del copripiumone di Star Wars, e che è ora di pensare a un arredamento più maturo.

Il problema è che i trentenni di oggi sono molto diversi dai trentenni di ieri, che già compravano la casa con un’ottica verso la famiglia che sarebbe arrivata di lì a poco. I trentenni vivono e subiscono i cambiamenti nella società e nel mondo del lavoro.

Volenti o nolenti, sono diventati una generazione di girovaghi. Nessuna possibilità di ottenere un mutuo, affitti che durano qualche mese, impieghi a breve termine e sempre più spesso su commissione.

Eppure senti l’esigenza di avere una casa tutta tua, senza genitori né coinquilini. Ed ecco che il grande passo è compiuto. Ti sei trasferito nella nuova casa e ora non hai idea di come arredarla.

Arredare una casa in affitto

Arredare casa quando hai trent’anni spesso significa arredare una casa in affitto. Sono in pochi i giovani di oggi che possono permettersi di comprare casa, soprattutto quando sono single.

come arredare casa a 30 anni

Questo non significa che non si abbia piacere di curare l’arredamento in modo che rispecchi il nostro stile e la nostra personalità. Infatti, anche se l’affitto porta con sé una sensazione di maggiore provvisorietà, vivere in una casa in cui ci si senta a proprio agio, al sicuro e felici, è fondamentale.

Trasformare l’arredamento di una casa in affitto in un ambiente stiloso e di design non è affatto così difficile come si potrebbe pensare. Sono sufficienti qualche idea originale e delle piccole e oculate spese. Insomma, arredare casa con pochi soldi, si può.

Quando si tratta di una casa in affitto, spesso ci si ritrova con pavimenti, cucina ed elementi di mobilio che non corrispondono perfettamente ai nostri gusti. Chiaramente rifare tutto sarebbe dispendioso e anche, da un certo punto di vista, controproducente, dato che la casa non è nostra. Tuttavia ci sono alcune cose che possono stravolgere il volto della casa in affitto, rendendolo un luogo piacevole e corrispondente ai nostri gusti.

  1. Innanzitutto le pareti: se ritinteggiare è troppo oneroso, possiamo scegliere una carta da parati colorata. Oppure dare un tocco di stile all’ambiente con i quadri.
  2. La cucina. In genere è l’ambiente meno personalizzabile, perché il mobilio è già compreso interamente nell’affitto. Personalizzala con elettrodomestici, utensili, barattoli e stoviglie con carattere. Puoi utilizzarli anche come elementi decorativi.
  3. La zona giorno. Spesso presenta un’accozzaglia di mobili con uno stile diverso l’uno dall’altro, buttati lì a caso. Rendi l’ambiente più in scegliendo un paio di elementi di design, tra cui le lampade, che creano atmosfera nella stanza.
  4. La camera da letto. Scegli un copriletto vivace, con una fantasia jungle per esempio, e completano con un paio di cuscini. Integra l’armadio con un appendiabiti a vista.
come arredare casa a 30 anni

Come arredare una casa piccola, di 50 o 60 mq

Arredare una casa per un trentenne spesso è sinonimo di arredare una casa piccola, di 50 o 60 metri quadri.

In genere le stanze sono 3: la zona giorno, che comprende ingresso, salotto e cucina, la stanza da letto e il bagno. Perché una casa di piccola metratura risulti funzionale e confortevole, ci sono alcune poche ma basilari accortezze da seguire.

Letto con contenitore
Letto con contenitore Annalisa
  1. Organizzare gli spazi al centimetro. Ogni cosa deve avere una sua collocazione funzionale. Il segreto è sfruttare ogni spazio disponibile, come la verticalità delle pareti e gli angoli. Usa contenitori e scatole per riporre qualunque cosa, dalle spezie da cucina alla biancheria ai giochi dei bambini.
  2. Mantenere l’ordine. Perché una casa piccola risulti vivibile e confortevole è necessario che si mantenga ogni cosa in ordine. Oggetti fuori posto o accatastati in un piccolo spazio, soprattutto in una stanza piccola, creano un’impressione di caos che non è piacevole né per gli ospiti né per chi ci vive.
  3. Rendere l’ambiente luminoso. La luminosità crea un’effetto di grandezza visiva. Scegli quindi mobili chiari, circondati di bianco. Cura l’illuminazione con lampade e faretti per rischiarare ogni angolo. Gioca con gli specchi, creando un gioco di riflessi che renda l’ambiente otticamente più spazioso.
  4. I mobili devono essere multifunzionali. Letto con contenitore, divano letto, consolle che diventa un tavolo per gli ospiti, pouf che siano anche contenitori… Ogni elemento di mobilio deve essere sfruttato al massimo delle sue potenzialità.
  5.  
Divano letto Saffy di Itamoby
Divano Saffy, trasformabile in letto

Cosa non può mancare nella casa di un 30enne

Quando si arreda casa a 30 anni ci sono cose a cui non si può rinunciare. Le passioni, la vivacità, l’allegria. Gli spazi per le feste con gli amici. Se sei un freelance e lavori da casa, hai bisogno anche di un angolo ufficio. Procediamo con ordine.

  1. I libri. Che tu sia un lettore accanito o meno, circondati di libri che ti piace leggere, su argomenti che ti interessano come la fotografia e i viaggi, oppure che ti servono per rimanere al passo in ambito lavorativo. In una casa giovane non può mancare una libreria.
Libreria con porta TV
Libreria Kato di Itamoby

2. Crea spazi per le tue passioni. Che ti piaccia disegnare, dilettarti di grafica, leggere riviste di moda o lavorare a maglia, creati un angolo in cui poterti rilassare facendo ciò che ami.

3. Circondati di vivacità. Rompi la monotonia del bianco e dei colori neutri con dei tocchi di colore, con fantasie allegre e oggetti simpatici. Per esempio, puoi scegliere delle sedie colorate per la cucina.

Sedie colorate
Sedia Industrial

4. L’oggetto di design. Come ci consiglia un amatissimo blog sulla vita dei trentenni, itrentenni.com. Scegli qualche bell’oggetto di design per soddisfare la tua voglia di avere un’arredamento di tendenza. Una lampada, per esempio. O un elettrodomestico ’50 style.

5. La tecnologia. Sei giovane e in casa tua non può mancare qualche chicca di nuova generazione. Come Google Home, l’assistente vocale a cui puoi domandare che tempo farà oggi o richiedere che musica vuoi ascoltare.

6. Addio ai complementi d’arredo scoordinati, che non seguono un filo conduttore e comune a tutto l’arredamento. E’ tempo di individuare il nostro stile e di arredare la casa in maniera uniforme in modo che sia conforme a quello stile.

7. Lo spazio per invitare gli amici. Invitare gli amici per guardare insieme la nuova puntata di Game of Thrones, oppure per un aperitivo della domenica sera, è sempre un piacere. Per questo non può mancare in casa tua una consolle allungabile, che ti permetterà di far sedere chi vuoi. Da chiusa la consolle allungabile è un tavolino di 90×40 cm, perfetto anche per studiare e per sedersi davanti al portatile. Grazie a un pratico sistema di cinque allunghe, puoi estendere la consolle fino a 3 metri. O meno, a seconda di quanti amici inviti.

Consolle allungabile
Consolle allungabile Magix

Che ne pensi dei nostri consigli e idee su come arredare casa a 30 anni? Li hai trovati utili? Nel catalogo di Itamoby trovi tanti elementi di mobilio per la tua casa. Consulta l’elenco di venditori da cui puoi acquistarli online, in tutta sicurezza, comodamente da casa tua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *