Categorie
Trend Alert

Il colore oro nell’arredamento: come abbinarlo e dosarlo nel modo giusto

Il colore oro ha scalato la ribalta, affermandosi come uno dei grandi protagonisti del 2020. E’ un materiale raffinato e chic, tuttavia va abbinato nella maniera giusta con gli altri complementi e colori della stanza, e soprattutto va dosato bene.

colore oro in casa
Photo by Sylvia Prats on Unsplash

Bandito nei decenni scorsi come emblema del kitsch, negli ultimi anni ha scalato la ribalta, affermandosi come uno dei grandi protagonisti del 2020.

Parliamo del colore oro nell’interior design. I complementi di arredo diventano dorati, simbolo non più di opulenza, ma di grande raffinatezza. Cornici di quadri e specchi, piccoli soprammobili, tavolini da salotto, o tavoli da pranzo con la struttura dorata…

Il colore oro in casa è chic, tuttavia va abbinato nella maniera giusta con gli altri complementi e colori della stanza, e soprattutto va dosato bene. Vediamo come.

Tendenze arredamento 2020: il colore oro

L’ oro è il metallo più prezioso al mondo, e come tale veniva impiegato in passato nelle corti e nelle dimore nobili, senza mai rinunciare alla raffinatezza.

Tutt’ora viene largamente utilizzato in alcune regioni del mondo dai nuovi ricchi, brandito come una bandiera per esporre il loro lusso, in maniera – detto fuori dai denti, che potrebbe essere giudicata eccessiva.

Il colore oro che si sta affermando largamente all’interno dell’arredamento occidentale  non ha nulla a che vedere con questo mondo opulento. Al contrario, gli elementi oro vengono inseriti in maniera dosata, elegante e raffinata.

Non per niente questa tendenza è un ritorno agli anni ’20, dove i metalli come l’oro, il bronzo e l’ottone erano inseriti con gusto nell’arredamento, in uno stile mai sfarzoso, ma dosato alla perfezione con grande equilibrio.

Se ancora dovesse permanere traccia del pregiudizio che l’oro sia sinonimo di kitsch, ogni dubbio verrebbe dissipato vedendo con i propri occhi un ambiente arredato sapientemente con elementi di colore oro. L’effetto è quello di un interior decor scintillante, luminoso e delicato.

Un trend, quello del colore oro in casa, celebrato largamente nell’ultima edizione di Maison&Objet, l’importantissima fiera di interior design di Paris. Noi ci siamo stati, e siamo rimasti affascinati da questo ritorno raffinato agli anni ’20, che si esprime anche nel trionfo del marmo, del velluto, dell’eleganza raffinata.

La regola d’oro da seguire

Il colore oro nell’arredamento serve a illuminare e a rendere preziosi i dettagli, e non a mostrare ricchezza, come dicevamo.

L’oro, così come il rame, l’ottone e l’acciaio, dona eleganza e luminosità nell’ambiente, ma deve seguire la regola del less is more perché, come si suol dire, il troppo stroppia. Questa è la regola d’oro da seguire per arredare con il colore oro (e scusaci il giro di parole).

In altre parole, eccedendo con il colore oro nell’arredamento, si ottiene il risultato opposto. Invece che raffinato, l’ambiente che otteniamo risulta pacchiano.

Concentrati quindi sui dettagli: una carta da parati con decori dorati, una cornice oro, un vaso o un soprammobile, una lampada, le gambe del tavolo… Inserisci qualche elemento dorato qua e là, senza esagerare nella quantità. Il risultato sarà perfetto.

Cosa abbinare con il colore oro

I metalli, proprio come il nero nell’abbigliamento, si abbinano con tutto, sia nei colori che nei materiali. Certamente non si può prescindere dal buon gusto e dalla grazia negli abbinamenti.

L’oro, così come l’argento, l’acciaio, il bronzo o il rame, portano dei punti luminosi nell’ambiente. A seconda dell’effetto che si vuole ottenere, possono essere abbinati con diverse tonalità: il bianco, i grigi, il legno, il tortora, il rosa, il verde…

Quali palette si abbinano meglio al colore oro?

Il primo accostamento che si può fare è al bianco e al legno, per un risultato luminoso e delicato. Si possono inserire in questo arredamento anche alcuni elementi scuri, di colore nero o marrone ciliegio, per renderlo ancora più chic.

Un abbinamento più romantico e dall’effetto marcatamente vintage, è quello con i toni del rosa e del tortora, sapientemente mescolati insieme. L’effetto sarebbe ancora più rétro sostituendo all’oro il rame, o il corten.

Ma la nostra preferita è una palette composta dai toni del verde, sia scuri che chiari ma non brillanti, abbinati al legno naturale e a qualche elemento in oro lucido. Il verde, infatti, è uno dei colori più amati degli ultimi anni, a richiamo della salvaguardia del pianeta.

tavolo Volantis Gold di itamoby
tavolo Volantis Gold di itamoby

Ps: è proprio seguendo le nuove tendenze di interior design che itamoby ha avuto l’idea di realizzare la linea Gold.

Una collezione di tavoli con il basamento color oro, da abbinare a un piano in legno disponibile in sei diverse finiture, per incontrare ogni gusto: i più luminosi, il bianco frassino e il bianco lucido, il più raffinato, che riprende il marmo naturale, i colori legno, come il noce e il quercia e il cemento, per un contrasto contemporaneo.

Scoprila su itamoby.com e trova il tuo rivenditore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *