Categorie
Trend Alert

Il giardino Zen: un piccolo angolo di paradiso tutto da arredare

Lo stress della vita quotidiana ci fa desiderare di avere uno spazio tutto per noi, uno spazio in cui sentirci rilassati e smettere di pensare a cose spiacevoli. Un luogo in cui ogni brutto pensiero può svanire per qualche minuto e che ci possa, perché no, stimolare pensieri positivi e creatività. Quello di cui sto parlando è un giardino zen. Molto diffuso in oriente, ma che sta prendendo piede in occidente, per via di un bisogno sempre più comune di trovare una pace interiore. Vediamo anche come arredare un giardino Zen.

La composizione

Ogni giardino zen che si rispetti contiene degli elementi fondamentali:

  • L’acqua, che deve scorrere da est verso ovest per riprodurre lo il percorso del sole. Altrimenti, se questo non è possibile, deve essere ferma in un piccolo laghetto; rappresenta la vita.
acqua giardino zen
  • Le pietre, che devono sembrare il più naturali possibile, ma che contemporaneamente devono essere tondeggianti, da mettere a terra oppure all’interno dell’acqua che vanno a simboleggiare gli ostacoli che si incontrano e che si possono incontrare nella vita. Quelle di forma piatta vengono inserite per allestire un cammino, che deve sempre portare da qualche parte senza mai girare in tondo.
sassi giardino zen
  • Le piante, che devono essere delle sempre-verdi, come ad esempio il muschio o il pino. Ciò che designano è l’intenzione di prendersi cura di se stessi attraverso la cura di esse. Prendersi cura degli arbusti deve delineare la calma e la tranquillità, non l’ansia che può causare il dover raccogliere le foglie sistematicamente o di dover potare e annaffiare le piante obbligatoriamente. È un piccolo percorso interiore in cui ci si sente calmi nel pensare dove posizionare le varie piante.
  • Quando non è fattibile inserire dell’acqua, questa è sostituita da della sabbia o della ghiaia chiara o bianca, perché deve riflettere la luce. Attraverso l’utilizzo di un semplice rastrello si possono tracciare delle linee sinuose che riprendono il mare e l’acqua.

L’arredamento

Non tutto il giardino deve essere forzatamente dedicato a uno spazio zen, ma si può pensare di dedicarci solo una piccola zona, ma che sia il punto focale. Intorno al nostro angolo rilassante inseriremo degli arredi per sfruttare il giardino in tutte le stagioni e per qualsiasi cosa vogliamo. Ormai i giardini sono diventati parte integrante della casa, e possono rappresentare una sua continuità o un’area totalmente diversa, ma in ogni caso viene ammobiliata come fosse una stanza dell’appartamento.

Consolle allungabile Mimosa
Consolle allungabile per esterno Mimosa.

A questo proposito basta capire che funzione gli si vuole dare. Per far si che sia il fulcro della convivialità si può inserire una consolle allungabile da esterno. Normalmente può essere utilizzata come punto di appoggio, ma all’occorrenza diventa lunga 3 metri e può ospitare comodamente 14 persone. Se si ha abbastanza spazio si può pensare di ritagliarsi un salotto con l’impiego delle poltrone e dei tavolini in vetro, i quali non avranno problemi a resistere alle eventuali intemperie.

Alcune curiosità


La cultura orientale è molto lontana dalla nostra, ma altrettanto affascinante. Per questo motivo vi elencherò alcune curiosità riguardanti i giardini zen:

  • mai inserire solo 4 pietre, perché in Giappone e corea il numero quattro è pronunciato come la parola morte, quindi non è proprio un buon auspicio.
  • Per far sì che la semplicità regni sovrana, in alcuni giardini non viene inserito nessun arbusto al di fuori del muschio.
  • Fare dei cerchi concentrici intorno ai sassi o alle rocce, simboleggia il passaggio dal mare a un nuovo punto di vista.
ghiaia giardino zen
Un esempio di giardino zen composta da ghiaia bianca e muschio
  • Il delimitare il giardino zen riproduce conscio (all’esterno) e inconscio (all’interno), proprio perché la struttura della creazione naturale rappresenta ciò che proviamo e che siamo in quel momento.
  • Per chi desidera tantissimo averne uno proprio, ma è praticamente impossibile ricrearlo, esistono dei giardini zen in miniatura, così piccoli da poter essere inseriti su una consolle allungabile all’entrata, sulla scrivania o sul tavolo allungabile, nel soggiorno o in cucina, come centro tavola.

Per far sì che i vostri clienti trovino la pace all’interno della loro casa, visitate il nostro sito https://www.itamoby.com/.

 

Please follow and like us: