Mal di schiena e sedia da ufficio: sono direttamente correlate?

scrivania b-desk con sedia lux
Scrivania B-desk con sedia Lux

È così: la sedia da ufficio può fare la differenza per la salute della nostra schiena.

Stare seduti per un’intera giornata è una posizione innaturale per il nostro organismo, nato invece per il movimento e per la postura eretta. Da seduti tendiamo a ripiegarci in avanti, curvando la schiena. In questo modo la spina dorsale si flette in maniera innaturale appesantendo le vertebre lombari.

Giorno dopo giorno, ci sentiamo sempre più indolenziti, e non solo nella schiena, ma anche nel collo, nelle braccia e nelle gambe… la causa è una postura scorretta oppure una sedia non adatta.

Per questo oggi parleremo dell’importanza di una sedia ergonomica per il mal di schiena e di qual è la postura che dobbiamo assumere in ufficio per dare sollievo al nostro corpo.

Perché stare davanti al PC 8 ore al giorno fa male alla schiena

È la quotidianità di una gran parte di noi, stare seduti 8 ore al giorno davanti al PC.

Ci sembra la naturalità delle cose, ma in realtà il nostro corpo non la pensa così. L’evoluzione biologica è un processo lentissimo, e noi non siamo fatti per rimanere seduti in una posizione statica per la maggior parte del giorno.

Stando seduti, tendiamo a piegare le spalle, incurvandoci. Giorno dopo giorno, il rischio è quello di danneggiare i dischi vertebrali e i legamenti spinali e dare origine al mal di schiena. A volte, il mal di schiena è già presente e dipende da altre cause, ma questa postura per noi innaturale dà il suo contributo attivo, peggiorandolo.

Oltre a questo fattore, anche la staticità della postura aumenta lo stress non solo alla schiena, ma anche alle spalle, alle braccia e alle gambe. L’essere umano non è fatto per stare immobile.

Come possiamo mettere un cerotto a questo nuovo male 2.0?

Sedia Lux
Sedia Lux

Le sedie da ufficio ergonomiche per la postura corretta

Una sedia ergonomica da ufficio che ti faccia assumere la postura corretta deve soddisfare certe caratteristiche specifiche.

Innanzitutto la base deve avere cinque rotelle che possano assecondare i nostri movimenti avanti, indietro o di lato, per prendere oggetti lontani sul tavolo, oppure su uno scaffale dietro di noi.

Il secondo requisito indispensabile è l’altezza regolabile, che di solito viene modificata tramite una leva posta al di sotto dello schienale. In questo modo la sedia si plasma all’altezza dell’occupante.

Qual è l’altezza giusta per la sedia da ufficio? Quella che ti permette di toccare entrambe le piante dei piedi a terra, formando un angolo di 90° tra polpaccio e coscia.

Le migliori sedie ergonomiche hanno anche lo schienale inclinabile, per offrire il giusto supporto lombare. Inoltre la seduta è scorrevole, in modo di adattarsi alla lunghezza della gamba. Infatti l’intera coscia deve appoggiare sulla sedia, con l’eccezione di 3-4 cm nella parte vicina all’angolo che si forma con il polpaccio, in corrispondenza del ginocchio.

Un’altra caratteristica da guardare quando si sceglie una sedia da ufficio, è l’imbottitura della sedia e dello schienale, che devono garantire il maggior comfort possibile. Alcune sedie da ufficio sono dotate di schienale traspirante, pensato per i mesi caldi.

Scrivania King con sedia Lux
Scrivania King con sedia Lux

Come si regola la sedia da ufficio?

Una buona sedia ergonomica da ufficio è uno strumento che può sostenere la nostra schiena nel modo migliore, ma non fa tutto il lavoro da sola. Siamo noi a dover fare attenzione a mantenere la postura corretta.

Qual è il modo giusto di stare seduti davanti al PC?

Incominciamo dai piedi. Entrambi devono essere ben appoggiati al pavimento, con l’intera pianta. Le gambe di conseguenza devono formare un angolo di 90° tra la coscia e il polpaccio. La sedia va quindi regolata in altezza in modo da riuscire ad appoggiare i piedi a terra con tutta la pianta.

La schiena deve stare rigorosamente dritta, con il collo in posizione naturale e non piegato né in basso né in alto. L’inclinazione ideale con cui regolare lo schienale della sedia è con un angolo di 100 o 110°. Per evitare posizioni innaturali del collo, il PC va posto in modo che lo sguardo cada sulla metà superiore del monitor. Inoltre per parlare al telefono è meglio utilizzare delle cuffie, per non dover piegare il collo tenendo la cornetta tra l’orecchio e la spalla.

I gomiti devono avere un’inclinazione di 90° mentre si scrive alla tastiera e le braccia devono essere distese di fronte a noi.

La giusta distanza del monitor è a misura di braccio. Il che significa che deve essere posto esattamente alla distanza del tuo braccio disteso.

 

Oltre alla sedia e alla corretta postura per prevenire il mal di schiena, c’è un’altra cosa che si può fare. Onde evitare di mantenere la stessa statica posizione troppo a lungo, cerca di alzarti e sgranchire le gambe il più possibile. L’ideale sarebbe alzarsi per un minuto o due ogni mezz’ora. In questo modo prendi due piccioni con una fava, perché riposi anche gli occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *