Categorie
Idee & Consigli Ufficio Zona Giorno

Scegliere la libreria giusta, criteri guida

Scegliere la libreria: quali sono i criteri da seguire per trovare quella giusta? Quali gli elementi da tener presente quando si passano al vaglio le possibilità?

La libreria si può definire un grande contenitore per i tuoi hobby e per tutto ciò che ami di più. Vi trovano posto i tuoi libri preferiti, DVDs, quadri, soprammobili che hai comprato in viaggio, fotografie dei tuoi figli.

Per questo è bene che sia un elemento di design che possa dare una nota di stile nell’ambiente, tuttavia senza esagerare nella particolarità. Una buona libreria deve avere una linea essenziale, perché deve saper valorizzare ciò che contiene.

Design minimale, qualità del materiale, spazi versatili: queste le principali linee guida da tener presente quando si sceglie la libreria.

scegliere la libreria

Qualità

Scegliere una libreria di qualità significa investire in un elemento di mobilio con un materiale di qualità, come il legno della nostra libreria Kato. E’ la qualità a determinare la durata nel tempo e il valore della tua libreria.

La qualità incomincia con la progettazione della libreria e con un’accurata selezione delle materie prime, con la cura dei dettagli, procedendo poi con la verifica delle lavorazioni. Infine con il check up dell’oggetto una volta completo, in modo da sincerarsi che corrisponda a determinati standard.

Tra i vari materiali in cui può essere realizzata una libreria, il legno è uno dei migliori. Da sempre utilizzato nella produzione di mobili, il legno è un materiale esteticamente bello, robusto e ricco di combinazioni diverse.

Il legno è infatti declinabile in tantissime colorazioni, dal legno chiaro allo scuro, può essere dipinto di bianco, che sia opaco, lucido o frassino, può essere verniciato in tinte vivaci. Il legno è bello anche quando invecchia, modificando il suo colore e mostrando con fierezza qualche segno del tempo. Il legno è bello dai tempi dei tempi, lo è ancora e lo sarà sempre.

Scegliendo una libreria in legno non potete sbagliare, né pensando al presente né rivolgendosi al futuro. Può durarvi per sempre ed essere sempre attuale.

libreria Kato di itamoby

Funzionalità

Quando scegli la libreria devi pensare in primo luogo alla funzionalità, ponendo a te stesso alcune domande:

  • Quanto spazio hai? Dalla grandezza della stanza in cui collocherai la libreria e dalla quantità di spazio che hai a disposizione ricaverai la possibile dimensione della tua libreria. Noi consigliamo sempre di scegliere una libreria a parete, se ne avete la possibilità. Infatti, un’intera parete di scaffali vi darà lo spazio sufficiente per collocare i vostri libri, se leggete molto, e tutta un’altra serie di oggetti che corrispondono alle vostre passioni.
  • Quante cose pensi di collocarci da qui a qualche anno? Una libreria dura parecchi anni. Quindi quando pensi alla dimensione giusta per la tua libreria devi tenere in conto anche della media di volumi che acquisti ogni anno. Chiaramente puoi sempre liberarti dei più vecchi o di quelli che ti piacciono meno, ma è melius abundare quam deficere, non trovi?
  • Quanto alti devono essere i vani? Che tipo di oggetti collocherete sugli scaffali? Se vi piacciono vasi, libri d’arte o altri oggetti voluminosi e alti, vi servono senza meno scaffali o vani di maggiore altezza rispetto alla misura standard di un libro.
Libreria Kato di Itamoby

Stile

Esistono librerie in legno, metalliche, dalle forme particolari come l’iconico Bookworm di Seletti, librerie colorate, librerie in stile industriale. Ci sono librerie inclinate, librerie alte fino al soffitto, librerie a colonna.

In questo mare magnum una cosa è certa: la libreria più bella è quella dalla forma pulita, lineare, dal design essenziale.

Perché questo?

La libreria raccoglie sui suoi scaffali gli oggetti più disparati: vasi, soprammobili, quadri, fotoritratti, scatole… e naturalmente libri. Questa sua eterogeneità di forme e colori la rende un angolo potenzialmente caotico. Se anche la libreria fosse esuberante ed eccessiva il risultato finale sarebbe cacofonico.

Il nostro consiglio? Scegli una libreria in legno, chiaro per uno stile tradizionale o minimal, bianco se ami un ambiente moderno e luminoso, color cemento se lo stile del tuo arredamento è contemporaneo.

Modularità

Scegliere una libreria modulare significa preferire la praticità di poter comporre la libreria come ti è più funzionale, rispettando le tue precise esigenze.

La libreria modulare ti permette di scegliere altezza e disposizione degli scaffali. Diventa quindi un progetto di tua creazione, con cui puoi esprimere la tua personale visione della disposizione, della razionalizzazione degli spazi e della geometria dei componenti, tessendo la relazione tra libreria e oggetti che vi si collocano.

Porta TV

Spesso in una libreria modulare trova posto uno spazio apposito in cui collocare la televisione. A volte è un vano apposito tra gli scaffali, altre volte, come nella libreria Kato, si tratta di un pannello in cui si appende la TV tramite un apposito gancio.

Questa soluzione è funzionale soprattutto nei piccoli appartamenti, dove lo spazio a disposizione è poco. In questo modo si riunisce la funzione di due mobili diversi, la libreria e il mobile porta TV, in un solo elemento di mobilio.


In conclusione possiamo riassumere che la libreria che valorizza i libri è di qualità artigianale, dalle linee minimal, un design modulare per creare spazi versatili. Il porta TV è un surplus.

Neanche a farlo apposta, pare che parliamo proprio della libreria Kato di Itamoby, progettata e realizzata in Italia con materiali 100% italiani. Sfogliate tutte le combinazioni sul nostro sito.

Please follow and like us: